domenica 23 gennaio 2011

6. 3 maggio 1990 - TINA TURNER

Foreign Affair: the Farewell Tour
Palatrussardi - Milano
Durata: 1h 50'
Prezzo: 44.000 Lire
Posizione: Spalti
Sold-Out:
Pubblico: Pieno




... e poi arrivò lei e nulla fu più uguale a prima.
Adoro tutte le tipologie di concerto e tutte le sue forme, il solo fatto che abbia creato un blog per parlarne credo lo renda scontato: intimo in un piccolo locale, magari acustico, open-air o elettronico da club. 
Ma Lei, più di 20 anni fa, mi mise di fronte ad una miscela di cui, da lì in poi, non avrei potuto e voluto più fare a meno: lo show spettacolare, quello che unisce la musica allo spettacolo, le trovate sceniche alla danza. Il tutto a supporto di un'artista capace di non farsi schiacciare da tutto questo.

Tina fu una vera folgorazione: quando sugli spalti, assieme alla mia compagna di classe Patty, assistetti all'inizio di quello che doveva essere una data dell'ultimo tour dell'allora 50enne cantante americana (ce ne sarebbero stati credo altri due), capii che quello che vedevo mi piaceva molto: da una irta scalinata di una 10ina di metri infatti l'arzilla signora scese con tacchi a spillo, mini vertiginosa lamè e una parrucca che più grossa e cotonata non s'era mai vista!


Ho ancora impressa la sensazione che mi diede la sua voce, chiara, potente e graffiante! Con la mia amica ci guardavamo sbalorditi ad ogni canzone, un po' perché a 18 anni non ci era mai capitato di vedere e sentire nulla di simile prima, ma soprattutto perché la Signora Turner teneva il palco come un vero animale da palcoscenico, trascinando il pubblico a ballare e cantare con lei, senza mai fermarsi se non per le ballad che le davano il tempo di riprendere fiato.
Le quasi 2 ore di spettacolo volarono, dagli spalti sentivo la mancanza della prima fila ma al contempo godevo, per la prima volta, del piacere di assistere ad uno show ad una certa distanza, potendone apprezzare l'insieme e soprattutto, senza soffrire schiacciato e strattonato dalla folla.


Ma avrei dovuto aspettare solo il concerto seguente, per provare l'esperienza quasi unica di andare oltre la transenna...




Visto con: Patrizia G.
Scaletta: Steamy Windows / Typical Male / Foreign Affair / Undercover Agent for the Blues / Ask Me How I Feel / We Don't Need Another Hero / Private Dancer / I Can't Stand The Rain / Nutbush City Limits / Addicted to Love / The Best / I Don't Wanna Lose You / What's Love Got to Do With It / Let's Stay Together / Proud Mary / What You Get Is What You See / Show Some Respect / Better Be Good to Me / Be Tender With Me Baby

1 commento:

Translate